Goldenseed

Gabriele Pala nasce nel 1977 a Trieste. Si interessa molto presto alla musica e a 11 anni prende in mano la sua prima chitarra, che presto si rivela essere la sua grande passione. Da subito, Gabriele scopre il metal estremo e iniziava a sviluppare diversi aspetti della sua tecnica, ispirandosi ai classici del death metal dei primi anni 90, come Atheist, Cynic, Death e Pestilence.

Nel 2008 entra in contatto con Heiko Hoepfinger, creatore e proprietario della liuteria tedesca BassLab, che realizza strumenti in un innovativo materiale composito risonante. Nasce quindi la sua futuristica chitarra signature model, diventata ormai parte integrante e indissolubile della sua immagine, uno strumento basato su diverse necessità e idee accumulate negli anni, impossibili da trovare nelle chitarre commerciali. Nel 2011 inizia anche a suonare il Chapman Stick, il primo e più famoso tra gli strumenti touchstyle.

Il progetto Goldenseed nasce per sperimentare tutto ciò che non è fattibile da un gruppo di musicisti umani a causa di arragiamenti forzatamente esagerati, anche in termini di velocità e complessità ritmica. Vengono realizzati così due album, intitolati “Creatures Of The Sea” e “Collector Of Illusions”. Grazie all'incredibile popolarità dei social network, Gabriele viene in contatto con vari musicisti in tutto il mondo ed inizia a collaborare con loro. La prima apparizione lo vede ospite per alcuni assoli nell'album di debutto della band americana Gone In April, grazie a Chicco Parisi Lalonde (ex-Sadist).

Il 2011 si dimostra un anno davvero produttivo per Gabriele. Giunge il momento di dare vita a un nuovo episodio della saga Goldenseed, intitolato “The War Is In My Mind”, stavolta più incentrato sulla chitarra rispetto ai 2 lavori precedenti. In uno dei brani appare come ospite alla voce Stian “Culto/Occultus” Johansen (ex-Mayhem). L'album viene pubblicato da SG Records.